Huawei sceglie TomTom come alternativa a Google Maps

Huawei ha compiuto un altro passo nell'allontanamento dall'ecosistema di Android per i propri dispositivi. In futuro gli smartphone della società cinese non utilizzeranno più Google Maps come principale applicazione per la navigazione, ma i servizi di TomTom.

L'accordo tra Huawei e la società olandese leader nel settore dei dispositivi di navigazione è stato chiuso qualche tempo fa, ma la notizia è diventata di dominio pubblico soltanto nelle ultime ore, come confermato da Reuters da un portavoce di TomTom.

La partnership non andrà ovviamente ad influire sull'applicazione già presente per i dispositivi iOS e Android, saranno gli utenti di Huawei a godere di un'applicazione nativa che permetterà di navigare grazie alle mappe di TomTom, ma anche ottenere informazioni sul traffico, percorsi alternativi, comandi vocali e tutto quello che ci si aspetta da un'app per la navigazione di ultima generazione.

Non è chiaro, al momento, se la nuova collaborazione vedrà la luce già nei prossimi dispositivi di Huawei, che a causa delle sanzioni imposte dal presidente Donald Trump verso la Cina sta iniziando a prendere le distanze da Google e i suoi prodotti, o se ci vorrà più tempo per concretizzare la collaborazione.

Gli smartphone Huawei in vendita in questo momento, a cominciare dal P30 in offerta oggi su Amazon a partire da 436 euro, sono dotati di sistema operativo Android e dotati di Google Maps come applicazione predefinita per la navigazione.

  • shares
  • Mail