Nokia: nuove cause in Europa e negli USA contro Htc, Rim e Viewsonic


Nokia sta vivendo un periodo veramente molto difficile e la perdita inesorabile di consensi di Symbian la sta ridimensionando molto in fretta. Ma la casa finlandese è molto combattiva: prima la mossa dell'alleanza con Microsoft, seguita da un'imponente campagna pubblicitaria per i nuovi prodotti Windows Phone, che l'ha portata velocemente ad essere il marchio di riferimento per questa piattaforma (oltre un cospicuo compenso da parte della casa di Redmond), poi la notizia dell'eventuale cessione di Vertu.

Ora sembra aprirsi un altro fronte, quello giudiziario, infatti Nokia ha deciso di citare in giudizio HTC, RIM - il produttore dei Blackberry - e ViewSonic, per la tutela dei suoi brevetti negli Stati Uniti e in Germania.

Il capo dell'ufficio legale di Nokia, Louise Pentland, ha spiegato in un comunicato: "Anche se preferiamo evitare le dispute, Nokia ha dovuto avviare queste iniziative giudiziarie per porre fine ad un uso non autorizzato di nostre tecnologie ed innovazioni".

La casa finlandese sta conducendo la battaglia legale con 11 procedimenti diversi che riguardano 45 brevetti, che vanno dalla tecnologie legate alle antenne, alla gestione delle batterie e delle radio interne ai dispositivi, così come alcuni aspetti del software, quali il multitasking, la navigazione, i messaggi ed i menù.

Nokia ha sporto denuncia contro HTC presso la US International Trade Commission (ITC), mentre ha eseguito una serie di querele nelle sedi legali di Dusseldorf, Manheim Monaco di Baviera e nel Delaware.

Vi aggiorneremo su tutte le nuove vicende giudiziarie, che sembrano aprire una nuova era.

Via | Phonearena.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: