BlackBerry 10 prodotto da compagnie rivali in arrivo prima di quello di RIM?

La nuova generazione di telefoni BlackBerry continua a farsi attendere da lungo tempo ed è in netto ritardo rispetto alle uscite dei dispositivi dei competitori. La data di lancio del BlackBerry 10 è stata recentemente rinviata all’inizio del prossimo anno e RIM continua a navigare a vista nel mare di quest’attesa .

Non è stato più di due settimane fa che l’amministratore delegato di RIM, Thorsten Heins, ha rivelato l’intenzione della società canadese di consegnare in licenza ad altri produttori il proprio sistema operativo. Il motivo, secondo quanto detto da Heins, sono le ridotte dimensioni di RIM rispetto ai suoi competitori, cosa che rende necessaria una simile manovra per dare il giusto impulso commerciale al BlackBerry10.

Non abbiamo l’economia di scala per competere contro dei tizi che sputano 60 dispositivi l’anno. Dobbiamo differenziare ed avere una piattaforma concentrata. Per consegnare il BlackBerry10 potremmo aver bisogno di darlo in licenza a qualcuno che può farlo con un miglior costo ed una miglior proposta di quelli che posso garantire io. Ci sono differenti opzioni da scegliere e che stiamo attualmente investigando.

Queste sono state le parole di Heins che ora reitera il concetto facendo sapere a Bloomberg che la licenza per QNX, la piattaforma su cui BlackBerry10 si basa, è già stata diffusa. Attualmente i licenziatari beneficiari sono nel settore dell’industria automobilistica e QNX è già usato anche in impianti nucleari e droni militari.

È già stata data licenza per QNX attraverso il mercato automobilistico – potremmo fare lo stesso con BlackBerry10 se decidessimo così.

Non è nemmeno così remota la possibilità, quindi, che giungano sul mercato dei dispositivi BlackBerry10 prima ancora che RIM possa completare il proprio, che già è condannato a perdersi la grossa spinta economica del periodo natalizio, anche se Samsung ha negato la possibilità di acquistarne le licenze. C’è anche da dire che, come è stato per le licenze di Android di Google, questa soluzione adottata da RIM potrebbe davvero essere d’aiuto.

Via | news.cnet.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: