Ultimatum dei tabaccai: in arrivo un possibile stop sulla vendita di ricariche

gestori mobiliDopo la sparizione dei costi di ricarica, grazie all'intervento stringente del ministro Bersani, molte cose sono accadute.

Ciò di cui si parla veramente poco è tutta quella rete di esercenti che fanno si che ogni cliente -quasi sempre- possa trovare una scratch card disponibile di ogni gestore. Il taglio del costo di ricarica ha portato ad un abbassamento dell'introito che un tabaccaio aveva: ora l'associazione che li segue, stanca di guadagnare mediamente 15€cent per una ricarica, è pronta a stoppare totalmente il servizio.
Ecco il comunicato:

Con l'abbattimento dell'aggio sulle ricariche telefoniche si è toccato veramente il fondo, ma anche sugli altri servizi la situazione è allarmante. Sul canone Rai il guadagno è solo dell'1%, sul bollo auto è di soli 30€cent. Non si può continuare a tenere denaro contante in tabaccheria senza alcun guadagno e con il solo rischio di rapine ed aggressioni criminali, troppo spesso pagate con la vita.
I tabaccai sono veramente stanchi di fare gli esattori a costi irrisori e se non ci sarà un intervento sia del Governo che dei gestori telefonici, smetteranno di erogare questo servizio ai cittadini, come è già avvenuto per il 15% dei contratti, già disdetti.

Insomma, si prospettano tempi cupi per alcune categorie: un vantaggio per alcuni (un po' limato da svariati comportamenti scorretti), un disagio per altri. Chissà come finirà.

[comunicato]

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: