Dal GSM al VoIP, la pubblicità vuole farti telefonare gratis

logo Blyk"La pubblicità è l'anima del commercio" recita una vecchia regola e lo sanno anche alcune società che creano nuovi servizi per la telefonia. La nuova tendenza è quella di permettere di telefonare gratuitamente al patto di far finta di interessarsi agli spot pubblicitari.
Le due nuove start-up sono Blyk e Pudding, una funziona con la normale rete GSM e l'altra per quella VoIP.

Blyk è un servizio nato in Gran Bretagna e permette, per i giovani dai 16 ai 24 anni, di ricevere un pacchetto di SMS e minuti di conversazione gratuiti insieme a della pubblicità sul telefono. La scelta della fascia di età è stata presa per mirare gli spot verso un pubblico giovane e dinamico e, quindi, propenso agli acquisti.

Pudding, invece, è nato in California. Permette di telefonare gratuitamente le reti fisse in USA e Canada attraverso la tecnologia VoIP. In cambio gli utenti visualizzeranno dei banner sullo schermo del telefonino mentre utilizzeranno il servizio. La nota dolete di Pudding è che un sistema di riconoscimento vocale assegna delle parole chiave durante la vostra conversazione per mirare gli spot. State parlando di cinema? Appaiono gli spot dei film e così via.
La società giustifica questa "piccola" mancanza di privacy affermando che nulla della conversazione viene archiviato, il riconoscimento è in modalità live.

Per ora entrambi i servizi non funzionano in Italia, ma offrono, comunque, la visione di una determinata tendenza nel mondo della telefonia.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: