BlackBerry 10, gli operatori telefonici dimostrano interesse

Anche col passare del tempo e con l’avvicinarsi del fatidico momento dell’uscita di BlackBerry 10, la situazione di RIM continua a sembrare grigia e tinta di poche speranze.

La line-up di prodotti dell’azienda canadese ha perso notevole terreno negli ultimi anni, in favore dei mostri sacri che comandano ora il mercato, ovvero quei dispositivi che montano Android o iOS. La posizione di Research In Motion non sembra prona a migliorare e la maggior parte degli analisti appoggia proprio questa definizione riguardo le sue speranze di ritornare, con successo, a cavalcare l’onda della telefonia mobile.

James Faucette ad esempio, analista di Pacific Crest, continua a ritenere che non esista alcuna possibilità che BlackBerry 10 possa rimettere in piedi RIM, indipendentemente da quanto effettivamente sarà buono il prodotto sfornato dai canadesi. Faucette scrive:

Se il declino nel commercio di servizi di RIM dovesse accelerare, i motivi per credere che le azioni siano destinate a risalire diventerebbero d'un tratto inaffidabili. Siamo chiari: non abbiamo una ferma opinione della qualità del BlackBerry 10 in arrivo (anche se ospitiamo i nostri dubbi). Dall’altra parte, siamo assolutamente convinti che, indipendentemente dalla sua qualità, la struttura dell’industria lascia intendere che non ci sia virtualmente alcuna speranza che BlackBerry possa cambiare significativamente la traiettoria di RIM.

Tuttavia la storia futura di RIM forse non è così bigia come ci viene dato ad intendere. A pensarlo è Peter Misek, di Jefferies & Co., che vede ancora speranze nel futuro di Research In Motion. Nella giornata di martedì Mesek, uno dei più influenti critici di RIM, ha alzato la sua valutazione sulle azioni di RIM da “Underperform” a “Hold”, portando a quasi il doppio il valore indicato delle azioni.

Il motivo di questa presa di posizione da parte di Misek è il forte interesse dimostrato dagli operatori di telecomunicazioni per i nuovi dispositivi ed il nuovo sistema operativo in futura uscita.

Siamo rimasti stupiti dalla fortemente positiva reazione iniziale degli operatori nei confronti di BlackBerry 10. Siamo un po’ perplessi poiché ci saremmo aspettati una risposta decisamente più smorzata visti i due anni di ritardo di BB10 e che il market share i RIM si è tuffato dal 20 percento al 5 percento.

Non è già stato detto tutto, quindi, per RIM. Certo, le prospettive non sono proprio dorate, Misek da all’azienda una probabilità del 20 o del 30 percento di riuscire nell’impresa, il che resta ancora una scommessa, eppure le sue azioni chiudono in positivo la giornata, raggiungendo per la prima volta da un bel po’ di tempo un valore così alto.

Via | Allthingsd.com

  • shares
  • Mail