WiMAX: Mediaset il pesce cane e Wind in ritirata

WiMAXContinua la gara per le aste sulle licenze del WiMAX nonostante l'assenza di un Governo. La volta scorsa vi avevamo informati della presenza di 29 aziende nei giochi con 129 offerte mandate al Ministero. Sul piatto ci sono ancora 35 licenze che copriranno micro e macro aree per portare la banda larga senza fili in Italia. Il 13 febbraio sono iniziate i rilanci per l'acquisto delle licenze e già si sono mosse le prime carte in tavola.

Dopo tre rilanci pubblici, Wind e Toto Costruzioni si sono ritirate e quindi a loro non andrà nessuna licenza. Il ruolo di asso piglia tutto sembra svolto da Elettronica Industriale, una società controllata al 100% da Mediaset. Sono iniziate anche le prime polemiche da parte di coloro vedono minacciosa la presenza dell'azienda del gruppo Fininvest con una posizione così dominante. Secondo Giuseppe Giulietti, esponente del Pd e portavoce dell'associazione Articolo 21, Mediaset non farà altro che anteporre gli interessi privati su quelli pubblici arrecando danno ai consumatori.

Restano in gara 22 aziende e sono stati raccolti, per adesso, 72,3 milioni di € con un aumento del 46% del valore medio di ciascuna licenza. La gara però non si è conclusa. Martedì ci sarà un altro rilancio e vedremo chi resterà ancora in gara.

[via ilsole24ore]

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: