La UE apre ai cellulari sugli aerei

cellulare su aereoE la legge degli Dei si abbatté sull'unica isola felice di tranquillità è silenzio. Non è un frammento di un poema di Omero, ma solo un modo poetico che comunicare che l'Unione Europea ha pronta la regolamentazione che permetterà, entro i prossimi 6 mesi, alle compagnie telefoniche di lasciar utilizzare il cellulare a bordo degli aerei. La Commissione Europea, capitanata da Viviane Reding, responsabile della Società dell'informazione e dei media, ha messo nero su bianco le regole da rispettare, come il divieto tassativo di tenere accesi i terminali in fase di decollo e atterraggio per poi utilizzarli una volta raggiunti 3 mila metri di quota.

La rete non avrà un contatto diretto con la terra. Problemi dovuti ad altitudine e velocità sono stati risolti aggiungendo delle picocelle nell'aeromobile che creano una rete interna, sarà un collegamento satellitare tra aereo e antenne GSM a rimandare il segnale. Il tutto, naturalmente, avrà un costo maggiore rispetto le attuali tariffe e sarà disponibile, nella fase iniziale, per coloro posseggono un abbonamento per poi essere esteso anche ai prepagati.

Tra le prime società che sfrutteranno l'opportunità c'è AirFrance e OnAir che lo adotteranno nei modelli di Airbus A318 che effettuano rotte europee. Tra i primi operatori, invece, figura l'italiana Wind.

[via Repubblica]

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: