I Nokia Lumia con WP8 vendono bene, ma i terminali Asha ancora di più

All'inizio di questa settimana Nokia ha preannunciato i risultati finanziari della compagnia per il quarto trimestre del 2012, avvertendo però gli investitori di prepararsi per risultati superiori alle attese. Le ragioni di tanto ottimismo sono due in particolare: il buon andamento della sezione Nokia Devices & Services in generale e in particolare le numerose vendite di dispositivi Nokia Lumia con Windows Phone 8. A questo successo si affianca quello della famiglia di smartphone Nokia Asha, dispositivi di fascia bassa con display multitouch, che vendono ancora meglio che in passato.

Secondo quanto preannunciato da Nokia, nel quarto trimestre del 2012 sono stati consegnati 9.3 milioni di dispositivi smartphone Nokia Asha. Questo numero non include le consegne di feature phone Nokia Asha, ovvero telefoni cellulari con funzionalità base.

Le consegne di smartphone Asha sono quindi il doppio rispetto ai 4.4 milioni di Nokia Lumia spediti nello stesso periodo. Più precisamente, è quasi il 50 per cento in più rispetto i 6.5 milioni di smartphone Asha consegnati ai rivenditori nel terzo trimestre dell'anno scorso. Esattamente come Nokia sperava, la linea di smartphone economici Nokia Asha sta riuscendo a guadagnare terreno nei mercati emergenti, registrando una crescita costante.

Se con i Nokia Lumia l'azienda lotta per ottenere maggiori fette del mercato degli smartphone di fascia media-alta, con la serie Asha riesce a tenere testa nei mercati emergenti in cui dominano Android e RIM BlackBerry. Ricordiamo che gli smartphone Asha godono di funzionalità limitate, sistema operativo Series 40 e una serie di caratteristiche minime che permettono loro di classificarsi come smartphone.

Attualmente in Cina domina Android e in Indonesia domina BlackBerry, ma Nokia Asha si conferma forte anche in questi mercati grazie all'attrattiva che Symbian ancora esercita. Le opportunità per i dispositivi Asha sono concrete in India, Europa dell'Est, Africa e America Latina, secondo gli analisti. Nonostante la crescita degli Asha sia incoraggiante, non è ancora chiaro se Nokia sia in grado di sostenerla, almeno secondo i ragionamenti dell'analista Tavis McCourt della Raymond James:

La crescita dei dispositivi Asha dal terzo al quarto trimestre del 2012 è impressionante, ma Nokia ha alle spalle una storia di numerose spedizioni nel quarto trimestre dell'anno nei paesi emergenti, seguite poi da scarse consegne nel primo trimestre dell'anno nuovo. Quindi è probabilmente un po' presto per dichiarare la vittoria di Nokia contro i concorrenti che producono smartphone Android di fascia bassa per i mercati emergenti.

Non possiamo far altro che verificare con i prossimi dati finanziari diffusi da Nokia.

Via AllThingsD

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: