Apple, le vendite del quarto trimestre 2012 sono inferiori alle attese

Apple ha reso noti i dati delle vendite dei suoi iPhone nel corso del quarto trimestre 2012 e i risultati non sono buoni come ci si aspettava. Nei tre mesi che sono andati da ottobre 2012 fino a dicembre 2012 la casa di Cupertino ha infatti venduto “solo” 47,8 milioni di iPhone, fallendo il raggiungimento dell'obiettivo prefissato di 50 milioni di unità. Anche da un punto di vista delle entrate vediamo un calo rispetto alle attese: 54,5 miliardi di dollari contro 54,9 miliardi di dollari. I profitti sono invece rimasti costanti rispetto a quelli del 2011: 13,1 miliardi di dollari.

La Apple sta dunque perdendo “smalto”? Sicuramente i dati sono in ogni caso di tutto rispetto, seppur al di sotto le attese, ma da Cupertino dovrebbero riflettere su come poter invertire la rotta. Certo è che la concorrenza “morde” e non ci si può distrarre. Prodotti come il Samsung Galaxy SIII o il Nokia Lumia 920 sono delle ottime alternative allo smartphone Apple.

Tra le cause di questo minor interesse rispetto alle attese da parte degli utenti possiamo inserire anche il fatto che, onestamente parlando, la Apple non ha apportato grandi cambiamenti al suo sistema operativo mobile sin dai tempi dei primi iPhone. Ci sono state delle migliorie, è indubbio, ma sembra sia arrivato il momento di un qualcosa “diverso dal solito”, in grado di far tornare l'interesse da parte degli utenti.

Il fatto che le vendite degli smartphone Android crescano in maniera più veloce rispetto a quelli iOS è significativo, e non è solo una questione di prezzo. Basti pensare che l'OS mobile di Google ha guadagnato, seconda una ricerca IDC, il 16% del mercato nel corso dello scorso anno, passando da una presenza del 53% ad una del 69%.

Via | guardian.co.uk

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: