BlackBerry 10 non convince e le azioni RIM crollano (ma la compagnia ce la farà)

blackberry 10 La presentazione di BlackBerry 10 non è stata soddisfacente, e non perché il nuovo smartphone di RIM sia inferiore rispetto a tutti i prodotti presentati sinora da Samsung, Apple e così via. È che, almeno a nostro avviso (ma non solo), la compagnia dovrà fare passi da gigante per imporsi in un settore altamente competitivo, che non permette agli azionisti di scommettere tutto e subito. I calcoli da fare, insomma, sono tantissimi, ed è stato proprio per questo motivo che il primo febbraio la compagnia (che Lenovo non acquisirà) ha dovuto assistere a un brusco calo in borsa delle sue azioni.Le vendite del dispositivo sono state notevoli – anche se è ancora presto per parlare di dati ufficiali –, ma sembra che la compagnia debba affrontare un altro problema, quello più importante, e cioè la necessità di convincere gli azionisti che può farcela.

C'è stato un notevole interesse da parte dei consumatori nei confronti di BlackBerry 10 – ha spiegato un portavoce della compagnia –, ma ovviamente stiamo ancora parlando dei primi giorni. Alcuni, come Carphone Warehouse, hanno già venduto buona parte delle proprie scorte in magazzino (quattro Z10 su cinque nello store di Londra), mentre EE, altro grosso nome, ha dichiarato di non aver ancora ricevuto gli smartphone e si è limitato a raccogliere le prenotazioni”.

La situazione è stata analizzata dettagliatamente da Credit Suisse, che, sottolineando il “poco spazio per guadagnare slancio in un mercato ipercompetitivo”, ha allarmato notevolmente gli investitori, per risultati davvero scoraggianti: l'indice Nasdaq è sceso del 17 per cento nei primi due giorni fino a toccare 12,15 dollari per azione; soltanto ieri la perdita si è ridotta al 6 per cento, quasi due dollari per azione.

Ma noi non vogliamo essere allarmisti: ora che il primo passo è stato fatto, la compagnia riuscirà pian piano a fare tutti gli altri e a conquistare mercato e investitori. Che ne pensate?

Via | Wall Street Journal

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: