Loris Capirossi Pro Moto Racing: presentazione e anteprima

Grazie a Gameloft, leader mondiale nel settore gaming mobile, abbiamo assistito alla presentazione del nuovo gioco motoristico per cellulari: Loris Capirossi Pro Moto Racing.

L'azienda

Gameloft, e' presente sul mercato dei giochi per cellulari con una serie di titoli propri e su licenza, grazie alla collaborazione con Ubisoft per i porting dei piu famosi titoli console, tra cui la serie Splinter Cell, Prince of Persia e il recente Assassin Creed.

Partita con i giochi per cellulare, l'azienda ha affiancato al proprio core business lo sviluppo su altre piattaforme, tra cui Nintendo DS e iPhone, oltre a vari titoli per Xbox Live Arcade e Wii.

Spingendo nella direzione dei giochi HD per cellulari, grazie all'evoluzione della tecnologia mobile, Gameloft e' riuscita a sfornare un titolo di tutto rispetto, in grado di replicare l'esperienza di gioco casalinga in mobilità.

Il gioco

Loris Capirossi Pro Moto Racing, infatti, si dimostra un buon gioco, dotato di modalità partita veloce e campionato, con la possibilità di sbloccare piste e piloti parallelamente ai nostri successi nelle gare.

Dopo l'installazione, avremo a disposizione un parco piloti limitato, con i quali iniziare ad affrontare le prime due piste disponibili. Scelto Loris, testimonial protagonista del gioco, saltiamo in sella alla moto e proviamo la prima delle piste disponibili.

Il gioco può essere affrontato a vari livelli di difficoltà, tra cui quello più facile che permette a tutti di trascorrere alcuni minuti di divertimento, in metro o mentre si attende dal medico.

Nella configurazione più semplice abbiamo molti aiuti alla guida e il giocatore dovrà limitarsi a gestire la moto con l'aiuto del disegno della traiettoria ideale e dei punti di staccata e accelerazione.

Utilizzando un maggior livello di difficoltà, invece, la sfida aumenta, avvicinando la tipologia di gioco a d uno stile più "simulativo".

A detta di Capirossi, il comportamento della moto si avvicina allo stile realistico, fermo restando la vocazione prettamente arcade. Messo sotto ai ferri, nonostante la frattura al metacarpo e la necessità di giocare con la mano sinistra, Loris dimostra una buona abilita', segno che le traiettorie, chi guida le ha nel sangue,c he si tratti di un mezzo vero o una simulazione.

Intervistato sui videogiochi, inoltre, il campione delle due ruote dichiara che spesso, quando è capitato di affrontare piste della F1 "prestate" alla Moto GP, provarle e memorizzarle sui giochi per console risulta un valido aiuto alla fase di studio del circuito, effettuata di solito tramite giro di ricognizione in scooter (o a piedi, come spesso si fa nel karting).

Qualche curiosità

Per concludere, riportiamo per i più curiosi alcune informazioni sportive, sul futuro di Loris in Moto GP e sulle sue condizioni fisiche.

La frattura al metacarpo èancora in fase di guarigione, anche se Capirex spera di dover saltare solo la prossima gara, sostenendo di preferire un po' di dolore fisico a quello psicologico derivato dal non poter correre. Sempre secondo il diretto interessato, inoltre, l'anno prossimo dovrebbe essere l'ultimo in Moto GP, a meno di una vittoria che lo spronerebbe a continuare.

Di certo quando lascerà la Moto GP sancirà l'addio alle competizioni su due ruote, limitandosi a sfogare la sua sete di velocità con gare di drift o rally in un piccolo team familiare con una macchina preparata grazie all'esperienza del fratello.

Tornando ai temi che più ci appartengono, invece, vi consigliamo di rimanere sintonizzati su queste pagine per la recensione del gioco non appena ci verrà fornito in prova.

  • shares
  • Mail