Qualcomm non lancierà un processore a 8-core nel 2013

La rincorsa tecnologica verso le massime prestazioni nel mondo mobile è inarrestabile, spinta sopratutto dai device Android che sono molto avidi di risorse. Sappiamo che il GS 4 di Samsung adotterà un nuovo processore con 8 core, ma che ne utilizzerà 4 alla volta (quindi a prescindere dalla scelta tecnica, sembra quasi una soluzione pensata per il marketing).

Di recente si sono visti anche alcuni benchmark dei nuovi processori Intel Atom da 2 GHz, che nelle prestazioni doppiano addirittura il quad-core di punta della casa americana Qualcomm.


Ma sorge spontanea una domanda: serve tutta questa potenza per utilizzare uno smartphone medio, che magari naviga su internet e usa app di facebook o Twitter? A mio avviso no, la cosa è dimostrata dal Nokia Lumia 920 (con sistema operativo Windows Phone 8), che con il dual core Qualcomm fa tutto ed in modo molto fluido. La guerra mediatica delle case su chi ha il prodotto più potente non fa sconti alla ragione.

Qualcomm, invece, la pensa diversamente a tutti gli altri. Infatti è l'unico produttore di SOC che non crea processori copiando le architetture ARM, ma le rielabora ottimizzandone consumi e prestazioni. Ne sono un ottimo esempio le architetture krait 300 e krait 400, talmente valide che il Samsug Galaxy S 4 internazionale utilizzerà proprio lo Snapdrgon 600 quad core (il modello 8-core è esclusivo per l'Europa), come abbiamo segnalato in questo post.

Qualcomm è leader nel settore ed il nuovo quad-core Snapdragon 600 appare come il miglior prodotto da installare sulla maggior parte degli smartphone top di gamma. Ma all'azienda resta ancora una carta da giocare: la serie 800 non ha visto ancora un riscontro commerciale, ma è prevista la sua adozione per fine anno.

Che la corsa al numero di core che sta tentando di avviare Samsung sia fermata sul nascere dalla concretezza di soluzioni più valide e create con coerenza?

Via | Androidcommunity.com

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: