HTC One, lancio limitato per colpa degli UltraPixel?

Questo non è sicuramente un bel momento per HTC, le cui vendite sembrano in calo nonostante gli smartphone piuttosto interessanti immessi sul mercato, ma non abbastanza accattivanti da conquistare tanti utenti quanto sperato. Con il lancio dell'ammiraglia HTC One si sperava di invertire le sorti di HTC, ma gli analisti si spaccano in due: secondo alcuni il cambiamento ci sarà, secondo altri no.

Una società di intermediazione di Taiwan, la KGI securities, ha rivisto considerevolmente le proprie stime riguardo le consegne di smartphone HTC One: le stime sono passate dalla consegna di 15 milioni di unità del telefono a 10,5 milioni di unità vendute a rivenditori e operatori telefonici durante la prima metà del 2013.

La causa di questa limitazione nel numero di unità sarebbe da attribuire al rendimento deludente di alcune componenti essenziali, una delle quali è il modulo per la fotocamera con tecnologia UltraPixel. L'HTC One utilizza una un modulo fotocamera creato ad hoc con 4 megapixel di risoluzione e la stabilizzazione ottica dell'immagine, ma nonostante il relativamente basso numero di pixel promette di offrire immagini e video in qualità superiore. Ciò avviene grazie alle dimensioni maggiori del singolo pixel, permettendo quindi maggiore nitidezza e luminosità.

Brutta notizia quindi per il futuro di HTC e per il suo tentativo di riconquista delle fette di mercato, soprattutto perché l'HTC One è stato annunciato come l'unico smartphone Android di punta della compagnia per tutto il 2013. Il lancio in quantità limitate dello smartphone HTC potrebbe avvantaggiare quelli che sono già i grandi rivali: Samsung, Sony e LG.

Non resta che attendere che il lancio avvenga a livello internazionale per ragionare su qualche numero concreto.

Via Focus Taiwan

  • shares
  • Mail