Google brevetta pannello touch sul retro dello smartphone (ma a che serve?)

Google brevetto touchGoogle ha recentemente depositato diversi brevetti – l’ultimo riguardava una interfaccia semovente per smartphone e tablet davvero molto interessante e utile –. Non sono stati ancora descritti ufficialmente dalla compagnia, tant’è che gran parte delle informazioni è avvolta da una serie infinita di dubbi, ma è sempre stato indubbio che Mountain View puntasse solo e soltanto sull’utilità. Ecco perché non capiamo la ragion d’essere di questo nuovo brevetto: si tratta di un sistema di interazione con lo smartphone piuttosto particolare; si potrà interagire, infatti, con il retro del telefonino attraverso comandi touch.Non è mai stato testato sinora un brevetto del genere, e forse non sbagliando: che utilità c’è nell’utilizzare una qualsivoglia funzione del telefonino dal retro? Con comandi touch, per di più!

L’immagine parla chiaro e non lascia spazio a dubbi; non ci stiamo sbagliando: sul retro dello smartphone verrebbe montato un pannello che, percependo il tocco dell’utente, svolgerà una determinata operazione (sulla quale ogni ipotesi potrebbe essere priva di fondamento: vi immaginate che “comodità” sfogliare un libro dal retro?).

Non ci resta che attendere maggiori delucidazioni da parte di Big G: dopo l’individuazione delle persone attraverso i vestiti che indossano, grazie ai Google Glass, tutto potrebbe davvero succedere. Secondo voi, comunque, una scelta del genere è davvero utile?

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: