Uno dei primi prototipi dell'iPhone aveva uno schermo da 8,6 pollici

prototipo iphone del 2005

Apple ha iniziato a progettare il suo smartphone già nei primi anni del 2000, producendo una serie di prototipi con delle caratteristiche piuttosto insolite. Ars Technica è riuscita ad ottenere alcune immagini da un ex dipendente dell'azienda californiana, che seguì i progetti nei laboratori segreti di Cupertino.

Il dispositivo mostrato nelle immagini è decisamente più grande dell'attuale iPhone: con il suo schermo da 8,6 pollici, misura 12,7x18,8 centimetri ed è spesso ben 5 centimetri. Anche se potrebbe sembrare strano, questo prototipo è dotato di diverse porte di collegamento, tra cui la porta USB, quella Ethernet e anche una porta seriale, oltre che montare OS X.

Tuttavia sembrerebbe che tali porte di collegamento siano stati implementate nel dispositivo solo per semplificare il lavoro di prova e di sviluppo da parte dei dipendenti Apple. La fonte che ha fornito le immagini, che non ha voluto rivelare la sua identità, ha dichiarato:

Nessuno sapeva quale sarebbe stato il dispositivo finale. Anche se può sembrarvi troppo ingombrante oggi, vi assicuro che all'epoca era davvero impressionante vedere sostanzialmente una versione di OS X in funzione su questo dispositivo.

Steve Jobs

dichiarò in un'intervista concessa a All ThingsD che l'azienda inizialmente ha impiegato le sue risorse per realizzare un tablet con display multitouch, e solo in un secondo momento intuì che le tecnologie sviluppate era perfette per uno smartphone, quindi venne accantonato il progetto del tablet per dedicarsi totalmente a quello che poi sarebbe diventato il primo iPhone.

Via | Ars Technica

  • shares
  • Mail