Le impronte digitali rimpiazzeranno le password, siamo pronti?

Una delle novità che presto arriveranno sui futuri smartphone che potremo vedere sul mercato sono le impronte digitali. Sembra che Apple si stia già muovendo su questo fronte e che aggiungerà un lettore di impronte appena sotto il tasto home del suo prossimo “gioiello”, l'iPhone 5s, previsto per l'arrivo sul mercato entro questa estate. Sappiamo che l'azienda con sede a Cupertino ha acquistato, ad un costo di circa 275 milioni di euro, l'azienda di sicurezza informatica Authen Tec, specializzata in tecnologie biometriche, probabilmente proprio per questo obiettivo.

Riconoscimento facciale, qui casa Samsung

Volando dagli USA alla Corea del Sud, vediamo che Samsung (principale concorrente della Apple nel mondo degli smartphone) ha integrato sin dallo scorso Galaxy S3 la funzionalità “face unlock”, ovvero la possibilità di sbloccare il telefono direttamente ponendosi di fronte alla fotocamera frontale. Secondo le dichiarazioni dell'azienda con sede a Seoul, l'appena uscito Galaxy S4 integra questa funzione in maniera migliore e più efficace rispetto al suo precedente.

Riconoscimento vocale, Samsung e Apple

Galaxy S4 e iPhone hanno il riconoscimento vocale, che permette al proprietario di uno smartphone di dare istruzioni al suo device semplicemente parlando. Si tratta di una tecnologia che, ad oggi, non riesce ancora a riconoscere la voce di chi parla, ma si prospetta in un ipotetico futuro anche questa opzione, il che potrebbe permetterci di sbloccare il telefono tramite voce.

Nei prossimi mesi potremmo dunque avere a portata di mano diverse opzioni per sbloccare il nostro telefono, soluzioni che dovrebbero anche aumentarne la sicurezza: dalle impronte digitali al riconoscimento vocale passando per quello facciale. Voi quale soluzione preferite?

Via | telegraph.co.uk

  • shares
  • Mail