WiFiSlam non aiuterà Apple a battere Google Maps

apple maps confrontate con google maps e waze

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato dell'acquisizione di WiFiSlam, azienda specializzata nella realizzazione di mappe interne agli edifici, da parte di Apple, nel tentativo di quest'ultima di riprendersi dal “fiasco” delle mappe di iOS6 e cercare di fare concorrenza a Google Maps, leader nel settore.

Il costo dell'operazione è stato di 20 milioni di dollari in totale (ben poco per il denaro contenuto nelle casse di Apple), ma questo investimento riuscirà ad aiutare la casa di Cupertino nel recupero della strada perduta contro Google, soprattutto considerando anche che larga parte del successo delle mappe on line dipende dalla diffusione del sistema operativo su cui sono caricate (in questo senso Google Android è nettamente più diffuso rispetto a iOS)?

Considerando che WiFiSlam traccia il movimento degli utenti all'interno di un dato locale, Apple potrebbe “sfruttare” questa nuova acquisizione da un punto di vista commerciale dando l'opportunità alle aziende, specialmente quelle che operano nel settore dell'ospitalità e della ristorazione, di realizzare app con cui proporre delle offerte speciali e personalizzate. Ad esempio, un ristorante potrebbe realizzare un software con cui i propri clienti potrebbero controllare il numero di tavoli disponibili per la prenotazione, oppure quanti si stanno liberando, oppure ancora ricevere offerte e proposte quando si trovano nelle vicinanze dello stesso.

Uno dei problemi che Apple potrebbe dover affrontare è legato a questioni di privacy, che dipenderanno anche dal livello di personalizzazione e di controllo che la casa di Cupertino lascerà agli utenti quando si tratta di condividere i propri dati.

Via | zdnet.com

  • shares
  • Mail