Facebook Messenger, attive da oggi le chiamate VoIP nel Regno Unito

Facebook Messenger aggiornamento
Il conflitto che avviene tra i vari sistemi di messaggeria istantanea, e più in generale di comunicazione telematica, legati al mondo degli smartphone è acceso almeno quanto quello che riguarda gli smartphone stessi e va via via intensificandosi.

La guerra tra le varie app si combatte a colpi di funzionalità come chat di gruppo, invio di immagini e file audio e messaggi vocali.

Tra i nomi dei contendenti in lizza, come Skype e Viber, compare anche quello del popolare social network con la sua app Facebook Messenger

Chiamate VoIP arrivano nel Regno Unito


Nel pensare alla messaggistica istantanea WhatsApp viene in mente immediatamente poiché è sicuramente il più diffuso. Anche il sistema del colosso Facebook, il Facebook Messenger, ha però la sua da dire ed oggi annuncia l’espansione di una delle ultime caratteristiche riguardanti le chiamate.

Un portavoce di Facebook ha annunciato che, a partire da oggi, gli utenti di Facebook Messenger nella versione per iOS residenti nel Regno Unito saranno in grado di effettuare chiamate VoIP, mettendo l’app di Facebook alla pari con altri servizi come quelli di Skype e Viber.

Questa caratteristica è già stata testata ed è presente per i client in Canada e negli Stati Uniti e non si basa su Skype come accade per la versione web bensì su una tecnologia open source.

Facebook Messenger alla conquista del mondo

L’arrivo di questa nuova feature contribuisce ad avvicinare sempre di più i due ambiti che Facebook affronta, ovvero il social networking, suo territorio principale, e l’instant messaging, area in cui si è inserito nel 2011.

Non molti mesi fa Facebook rendeva possibile, in diversi paesi come l’India, l’utilizzo della sua app Messenger senza la necessità di possedere un account legato al social network.

Le chiamate VoIP costituiscono un vantaggio rispetto all’offerta di WhatsApp e, viste le premesse, non c’è dubbio che questa feature possa arrivare presto anche dalle nostre parti.

Via | TheVerge.com

  • shares
  • Mail