Sony Xperia Z con un falla nel lockscreen

Negli ultimi mesi abbiamo visto numerosi smartphone top di gamma alle prese con importanti problemi di sicurezza, tutti legati alla schermata di lock che non sembra proteggere come dovuto. Abbiamo parlato degli iPhone di Apple, che con l'aggiornamento a iOS 6.1.3 è stato confermato un difetto nel sistema di codice di sicurezza che colpisce sia l'iPhone 4 che iPhone 5. Tornando indietro al mese di dicembre, un pericoloso exploit colpiva i dispositivi Samsung con processori Exynos 4210 e Exynos 4412, rendendo potenzialmente esposti a minacce i possessori di Samsung Galaxy S3 e Galaxy Note II, tra tanti altri modelli.

Oggi parliamo di un altro dispositivo di fascia alta, che sembra più soggetto a problemi di quanto non si desidererebbe: il Sony Xperia Z resiste ad acqua e polvere, ma non protegge abbastanza i dati personali degli utenti.

La scoperta


Scott Reed, un proprietario di smartphone Sony Xperia Z e un grande appassionato di tecnologia, ha scoperto in pochi passi come un malintenzionato possa rubarvi dati personali. L'utente è in grado di bypassare la schermata di blocco del dispositivo con facilità. Il metodo, mostrato passo passo nel video in apertura, prevede pochi semplici passaggi e permette di ottenere l'accesso completo al dispositivo.

Ci si aspetta che Sony intervenga per tappare la falla quanto prima.

I problemi dell'Xperia Z


Sembra che il Sony Xperia Z, seppur abbia un hardware assolutamente interessante, non riesca a non avere problemi dal momento in cui si è reso disponibile sul mercato internazionale. Il tutto ha avuto inizio con le numerose segnalazioni di un grosso problema che colpisce i LED di notifica. Come segnalato sul forum da un utente:

Ciao a tutti, ho il problema che il mio LED di notifica non funziona per niente. La modalità ‘Stamina’ non è attivata, ho eseguito il reboot del telefono e anche provato un factory reset. Gmail, le chiamate perse, Whats App… Non vedo nessuna notifica nel LED, se non quando lo smartphone è sotto carica.

Molti utenti sono riusciti a risolvere il problema disattivando la modalità “Stamina” ed effettuando un semplice factory reset. Il secondo problema, risolto con un tempestivo aggiornamento software, riguardava la morte improvvisa degli smartphone, che Sony attribuiva ad un problema di bassa carica della batteria - giustificazione smentita da numerosi utenti.

Via Scott Reed

  • shares
  • Mail