Apple in crisi? Reddito più basso dal 2003 negli ultimi tre mesi

Apple 2013 Non è una giornata positiva per Apple, se considerate che una recente indagine ha classificato iPhone come lo smartphone più vulnerabile, rispetto a tutti quelli presenti sul mercato, a causa della sua popolarità (comunque inferiore ai dispositivi Samsung). Non lo è affatto, perché gli analisti non prevedono nulla di buono per la fine del primo trimestre 2013, che, con molta probabilità, dovrebbe far registrare il reddito più basso dal 2003.

Valore delle azioni in forte calo


I dati non sono perciò ufficiali, anche perché l'ultimo mese deve ancora finire e le informazioni ufficiali in genere arrivano dopo la prima settimana del successivo; attenendoci a quanto gli analisti hanno dichiarato, però, la situazione non è per niente positiva: rispetto all'ultimo trimestre del 2012, quando il valore di ogni azione era pari a 12.30 dollari, le cifre sarebbero diminuite vertiginosamente; parliamo, infatti, di 10.18 dollari per azione, con un calo pari a 2.12 (che, moltiplicato per tutti i titoli, raggiunge risultati davvero preoccupanti).

Ma la crisi non c'è


Inutile dirvi che non si tratta di crisi, ma semplicemente di un periodo di stallo, visto che la compagnia non ha ancora rilasciato prodotti in grado di catturare l'attenzione degli utenti: Samsung ha annunciato Galaxy S4; HTC ha sorpreso tutti con il suo One e molte altre aziende stanno facendo il possibile per imporsi in un 2013 davvero difficile; è normale, insomma, che Apple sia passata un po' in secondo piano (nonostante le pagine web che continua a creare a destra e a manca...). Gli investitori, per di più, hanno dalla loro parte un fatturato trimestrale che dovrebbe aggirarsi fra i 41 e i 43 miliardi di dollari: situazione preoccupante sì, ma fino a un certo punto.

Vedremo cosa succederà con l'ampliamento dell'offerta (ma non abbiamo molti dubbi...).

Via | Tech.fortune.cnm

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: