HTC One, uscita in ritardo causa perdite nel primo e nel secondo trimestre 2013

Htc One foto Primo e secondo trimestre 2013 decisamente negativi per HTC. One, infatti, avrebbe causato perdite all'azienda taiwanese a causa del ritardo dovuto alla produzione della fotocamera Ultrapixel. Il condizionale è obbligatorio, perché si tratta ancora di stime e gli analisti potrebbero essere smentiti clamorosamente - ma è difficile - dai dati di mercato che presti saranno noti dal produttore (il primo trimestre, infatti, è finito, e questi sono i giorni in cui i dati vengono comunicati ufficialmente).

Situazione negativa anche per il secondo trimestre


Secondo J.P. Morgan, il calo riguarderà anche il secondo trimestre dell'anno: HTC One avrebbe dovuto fare la sua comparsa nella prima metà del mese di marzo, ma così non è stato; oggi, per di più, è disponibile soltanto in Taiwan, UK e Germania in unità decisamente ridotte. La situazione si fa ancora più negativa, se considerate che ulteriori ritardi nella produzione della fotocamera avrebbero spinto l'azienda a ritardare l'uscita ad aprile. HTC One, insomma, sarà pure meraviglioso, ma il ritardo non viene perdonato neanche agli smartphone così (forse).

La causa è il mercato cinese?


Dei 50-60 milioni di dollari taiwanesi che HTC si aspettava, l'azienda potrebbe averne ottenuti soltanto 45 (che corrispondono a 1.5 miliardi di dollari americani). Diminuite anche le stime di spedizione: secondo J.P. Morgan, i 7.3 milioni iniziali potrebbero arrivare ai 5.6 milioni; e non si può dire diversamente neanche del secondo trimestre: le stime sulle unità consegnate dovrebbero passare dagli 8.9 milioni ai 7.9. Tutto dipenderebbe dal mercato cinese, che in passato è stato tra i settori più producenti per l'azienda: non avendo ancora commercializzato lì il suo HTC One, un risultato del genere era più che ovvio.

Via | Focustaiwan

  • shares
  • Mail