Samsung paga giovani per recensioni negative di HTC One e poi chiede scusa (multa salata in arrivo)

Samsung ha confessato di aver pagato alcuni giovani per le recensioni negative di HTC One apparse negli ultimi giorni a Taiwan: un vergognoso comportamento che potrebbe costarle caro

HTC One A tutto c'è un limite e Samsung sembra averlo superato con HTC One. Non che sia un comportamento che mai ci saremmo aspettati, ma questo non significa che non c'è stata alcuna sorpresa: leggere le confessioni di Samsung, e cioè che ha pagato alcuni giovani studenti (e non solo) per recensire negativamente il nuovo prodotto HTC, non fa onore alla compagnia e alle sue strategie, visto che non ci sono giustificazioni; se è vero, infatti, che in Taiwan le vendite dei suoi dispositivi non vanno per niente bene, lo è altrettanto il fatto che la compagnia domina in tutto il mondo assieme ad Apple: la volontà di annientare HTC, che con One si gioca il futuro, farà discutere tutti.

Ma ripercorriamo brevemente la vicenda: nell'ultimo periodo sui social network sono emerse soltanto recensioni negative di HTC One; lo smartphone, infatti, era stato preso di mira da diversi utenti che avevano messo online delle recensioni davvero pessime. Ebbene, diverse indagini hanno portato a scoprire che è stata Samsung a ingaggiare questi ragazzi; la stessa compagnia, tra l'altro, ha confessato tutto tramite comunicato-stampa, cercando di trovare delle giustificazioni che, in realtà, lasciano il tempo che trovano.

Multa di 835mila dollari?


La difficile situazione di Samsung Taiwan potrebbe davvero peggiorare a causa di questo comportamento, anche perché, se tutto non dovesse andare per il verso giusto, la Fair Trade Commission potrebbe imporre all'azienda una multa salatissima, che non andrà a incidere sui guadagni finali, certo, ma pur sempre di una gran somma si tratta: parliamo di circa 835mila dollari. Intanto, pare sempre più incerto, anche a causa di questi comportamenti, il futuro del bellissimo One.

Via | SamMobile

  • shares
  • Mail