Instagram annuncia i video da 15 secondi

Facebook aveva promesso un grande annuncio riguardante un proprio "piccolo team" al lavoro, lasciando intendere novità in arrivo per l'amato servizio Instagram. Instagram ha infatti annunciato ufficialmente il proprio nuovo servizio "semplice, bello e veloce" di acquisizione di video lunghi 15 secondi, una novità che andrà a combattere con la concorrenza, al momento rappresentata principalmente da Vine.

Nessuna scopiazzatura da parte di Instagram


Nonostante il paragone con Vine salti subito all'occhio, il co-fondatore di Instagram Kevin Systrom si è affrettato a prendere le distanze da qualsiasi paragone o critica di scopiazzatura: Instagram è un servizio nato nel 2010 come app chiamata Burbn. L'idea originale legata all'applicazione era quella di offrire foto e video, nel tentativo di "catturare e condividere" momenti della vita quotidiana. Fino ad oggi, però, il team non ha avuto abbastanza risorse per implementare anche la parte video, accantonandola sino ad oggi.

Le differenze tra Instagram e Vine


Il team Instagram ha realmente lavorato sodo per rendere la propria piattaforma di micro-video diversa da quella offerta da Vine, riuscendo ad ottenere delle significative differenze. La prima è che Instagram pensa che i 6 secondi di video offerti da Vine siano troppo pochi e siano una "gabbia per la creatività", offrendo quindi la possibilità di registrare da 3 a 15 secondi. In secondo luogo rimane il carattere distintivo di Instagram: i video possono essere personalizzati tramite 13 filtri dal bianco e nero, passando per colori pop e d'epoca. In terzo luogo, invece di utilizzare il primo fotogramma del video come immagine di copertina possiamo ora scegliere un "Cover Frame".

La stabilizzazione dell'immagine


Un'altra novità importante riguarda la funzione denominata "Cinema" che stabilizza i video mossi, rendendo le clip molto più fluide e pulite. Per il momento, però, questa funzionalità sarà disponibile solo su sistema operativo iOS, funzionando solo su iPhone 4S e iPhone 5. Non sapremo quando arriverà anche per Android.

  • shares
  • Mail