Eliminazione della TV Mobile nella metro, in Corea del Sud. Fioccano le proteste degli utenti



Certo che a volte è proprio incredibile come alcune tecnologie trovino la propria fortuna in alcune culture e non riescano invece ad imporsi in altre. Prendiamo, per esempio, la televisione mobile.

Mentre, nonostante tutti gli sforzi fatti dalle varie compagnie telefoniche e dai costruttori europei ed americani, questa tecnologia sembra non riuscire ad imporsi in Occidente, in alcuni paesi asiatici, quali Giappone e Corea del Sud, essa gode di un notevole successo di pubblico.

In quest'ultimo paese, in particolare, il servizio è così popolare che la possibilità che esso venga ridotto o eliminato ha generato addirittura delle proteste. E' di alcuni giorni fa la notizia secondo la quale la televisione coreana, visti gli scarsi ritorni economici, potrebbe decidere di eliminare la copertura del segnale dalla linee della metropolitana. Apriti cielo! Moltissimi coreani hanno minacciato l'operatore di rescindere il proprio contratto se ciò dovesse accadere.

Non bisogna dimenticare che la Corea è stata la prima nazione del mondo a godere delle TV mobile, sin dal 2005, e che gran parte dei Coreani si serve quotidianamente della metropolitana per spostarsi da casa propria a scuola o al lavoro, per percorsi anche lunghi. Di questi, sono ben 10 milioni gli utenti che guardano soap operas, programmi sportivi o sitcom durante il viaggio sugli 8 canali tv e i 10 canali audio offerti gratuitamente.

Confrontate tutto questo con quel che accade in Italia... Lascio a voi ogni conclusione ;)

[Via picturephoning.com]

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: