Recensione BlackBerry Curve 8520: BlackBerry economico per i giovani

Unboxing BlackBerry Curve 8520

Dopo l'unboxing del BlackBerry 8520, eccoci arrivati al momento della prova dal vivo con la nostra recensione. Partiamo subito dal fattore principale: il BlackBerry Curve 8520 è uno smartphone da 250€ che non ha molto da inviare ai fratelli più "grandi" e costosi mantenendone form factor (il classico con tastiera QWERTY sotto allo schermo) e funzioni.

Il Curve 8520 non è quindi un BlackBerry mal riuscito, ma semplicemente uno smartphone che continua il lavoro di espansione di RIM verso la parte "non business" del mercato andando a puntare ai giovani che fanno largo uso di mail, chat, instant messaging e social networks.

Vediamo quindi le caratteristiche principali di questo modello e come si comporta nella vita di tutti i giorni.

Unboxing BlackBerry Curve 8520
Unboxing BlackBerry Curve 8520
Unboxing BlackBerry Curve 8520
Unboxing BlackBerry Curve 8520




Dopo aver aperto la confezione troviamo pochissimi accessori: cavo USB, caricatore con una presa per i viaggi all'estero e cuffie. Manca la custodia e come al solito non ci piace, dovrebbe essere fornita standard con ogni cellulare! Manuali e software completano la dotazione di accessori.

Passando al cellulare, il Curve 8520 si fa notare subito a un fedele cliente di BlackBerry: la qualità costruttiva è sempre buona ma i materiali sono più economici e si alterna gomma alla plastica rigida: niente sportellino posteriore in metallo o alluminio satinato.

Nonostante la corsa al risparmio la tastiera ci soddisfa come tutte le altre della serie BlackBerry e lo schermo è comunque luminoso e ben contrastato, quasi come quello del Bold. Quasi.

Novità principale è il touchpad in sostituzione della classica rotellina/perla, affascinante ma soggetta ad usura meccanica e a rischio infiltrazioni di polvere. Il Curve 8520 è il primo modello ad equipaggiare questo sistema di controllo che risponde bene ma con troppa foga, costringendoci a sfiorare appena appena la superficie se vogliamo passare da un'icona a quella adiacente.

In generale ci sentiamo di promuoverlo, con il tempo ci si fa l'abitudine ma una voce per configurarne la sensibilità nel menu opzioni avrebbe sicuramente ridotto questo difetto.




La pulsanteria dell'8520 include i 4 tasti classici (comandi vocali, volume e fotocamera) e tre nuovi pulsanti che attivano rapidamento il lettore MP3 (è presente un jack da 3.5mm) e controllano la riproduzione, con la possibilità di attivare/disattivare il mute tramite il tasto play/pausa. Una buona trovata per il pubblico giovane!

Sotto alla scocca, il Curve 8520 è un BlackBerry come tutti gli altri. Il modello in prova monta il firmware v4.6.1.272 e non si differenzia affatto dai fratelli maggiori.

BlackBerry App World è già installato, Facebook, Live Messenger e gli altri software per chat e social network no: poco male, con qualche click su App World in pochi secondi popoleranno il vostro cellulare.

Manca il GPS, quindi scaricando Google Maps potrete orientarvi usando solo le informazioni sulla cella telefonica; in alternativa ci sono sempre i "vecchi" GPS esterni via Bluetooth da collegare al cellulare.

No al GPS, si al Wi-Fi, così da poter navigare su Internet e ricevere le mail anche all'estero, per non contare dei vantaggi dell'utilizzare Facebook e le varie chat disponibili per risparmiare traffico telefonico: tanto all'estero trovare un Wi-Fi pubblico gratis non è problematico come in Italia! Occhio all'App World però, funziona solo tramite apn BlackBerry!

Riassumendo, il lato software non sorprende particolamente chi è abituato ai BlackBerry: ormai si attende la versione 5.0 per le novità. Per i non avvezzi segnaliamo la stabilità del software, ottime funzionalità business sia per le mail che per rubrica e calendario e browser veloce.

Dimenticavamo della fotocamera: come al solito nei BlackBerry la fotocamera è un accessorio degno di questo nome: accessorio, non caratteristica. Ergo bisogna accontentarsi di foto abbastanza decenti da essere condivise su Facebook ma sicuramente non in grado di sostituire quelle di una macchina fotografica o di altri modelli di fotofonini.

Il resto? La tastiera funziona bene, i tasti sono un po' piccoli e concedono qualche errorino ogni tanto a chi ha le dita grandi, ma ci si abitua. Il telefono (nel senso del telefono) funziona bene: chiamate chiare e nessun problema di ricezione o disturbi della linea. Leggero, comodo, funzionale, stabile e con una buona tastiera (anche se i fratelli maggiori fanno di meglio). Giudizio finale? Promosso a pieni voti, specie in virtù del buon rapporto qualità-prezzo.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: